Vai direttamente ai contenuti
Napoli, venerdì 30 ottobre

Foto A. Zarcone
Logo Automobile Club Italia

EURONCAP, test di valutazione più severi

ReportAci

Protezione degli occupanti, sicurezza post-incidente e promozione di nuovi sistemi di assistenza alla guida: sono queste le principali novità introdotte nei test 2020 di Euro NCAP, il Consorzio europeo - di cui ACI è uno dei soci - che organizza crash test su veicoli nuovi, per fornire ai consumatori una valutazione realistica e indipendente delle prestazioni di sicurezza di alcune delle auto più popolari vendute in Europa.
Per quanto riguarda la protezione degli occupanti, sono due le novità introdotte: una nuova barriera mobile per la prova dello scontro frontale - che ricostruisce in modo più veritiero l’urto frontale tra due autovetture - e la valutazione dell’interazione tra conducente e passeggero, in caso di urto laterale. In tali circostanze, infatti, avviene spesso un contatto - che può avere conseguenze letali - tra le teste dei due occupanti. I nuovi protocolli premieranno le auto dotate dei nuovi airbag previsti per evitare o attenuare le conseguenze di questi contatti.
Relativamente ai sistemi di frenatura automatica (AEB), invece, verranno introdotti nuovi scenari di valutazione come l’investimento del pedone in retromarcia e la svolta in corrispondenza di un incrocio. Saranno, inoltre, testati i sistemi di monitoraggio dello stato di attenzione del conducente che rilevano e prevengono l'affaticamento e la distrazione di chi guida.
Infine, è introdotta la valutazione della sicurezza post-incidente, premiando la funzionalità del sistema eCall e la disponibilità di idonee informazioni e facilitazioni per le squadre di soccorso chiamate a intervenire. Sarà, infatti, disponibile - gratuitamente - un'App (Euro Rescue) con le “Rescue Sheet” (“Schede per il soccorso”) di tutte le autovetture in commercio, nelle quali sono evidenziate tutte le caratteristiche “pericolose” del veicolo (serbatoio, batteria, generatori di gas, rinforzi cabina, unità di controllo, airbag, cavi e batterie ad alta tensione, ecc.), fornendo, così, informazioni preziose ai soccorritori che devono intervenire sul veicolo incidentato. Oggi, infatti, la sicurezza delle auto non è solo quella dedicata alla protezione degli occupanti, grazie ai nuovi sistemi di assistenza alla guida, ma comprende anche gli interventi post-incidente. I veicoli sono diventati sempre più complessi, realizzati con materiali maggiormente resistenti e dotati di molte componenti elettroniche ed elettriche. In caso di sinistro, all’arrivo dei primi soccorsi, è importante avere a disposizione le giuste informazioni per agire in maniera corretta. Un intervento rapido - entro la cosiddetta “golden hour” - infatti, spesso può contribuire a salvare delle vite e ridurre le conseguenze dell’incidente. I soccorritori, per essere in grado di assistere in sicurezza gli occupanti dei veicoli coinvolti, devono disporre di informazioni di facile e immediata consultazione, quelle contenute appunto nelle “Rescue Scheets” o fogli di salvataggio messi a disposizione dai costruttori. Le Rescue Sheets riepilogano, in modo standardizzato, le informazioni riguardanti la posizione di componenti potenzialmente pericolosi quali airbag, pretensionatori, serbatoio carburante, cavi elettrici o batterie ad alta tensione, che potrebbero rappresentare un rischio sia per gli occupanti rimasti intrappolati nel mezzo che per gli stessi soccorritori.
Euro NCAP, insieme all’Associazione Internazionale dei Vigili del Fuoco e del Salvataggio, (The International Association of Fire & Rescue Services - CTIF), ha raccolto tutte le Rescue Scheets disponibili nel nuovo applicativo "Euro Rescue". L'app - scaricabile gratuitamente sia nella versione Android che iOS - può essere utilizzata sia online che offline e consente ai soccorritori di accedere alle informazioni anche quando la copertura della rete nel luogo dell’incidente è scarsa o assente.
Insomma, per i costruttori che non adottano nuove tecnologie e non investono sulla sicurezza attiva e passiva delle autovetture, diventa sempre più difficile ottenere o mantenere le 5 stelle: il livello più alto delle valutazioni Euro NCAP.

 

Top