Sei in: Home > Attività > Rubriche > Dispositivi di sicurezza

vai al sito Il MattinoRubriche della categoria: AutoAci

Dispositivi di sicurezza


Dispositivi di sicurezza

30.06.2011

AutoAci

Uno studio sul livello di conoscenza degli automobilisti circa i più avanzati sistemi elettronici in grado di prevenire gli incidenti stradali ha rivelato ha rivelato che in materia di velocità gli italiani sono i più esperti in Europa. Secondo la ricerca presentata a Vienna dall’ACI e dagli altri Automobile Club internazionali, in occasione della terza edizione di “eSafety Challenge”, appuntamento annuale per la sensibilizzazione dei conducenti sui sistemi elettronici per la sicurezza stradale, è risultato che l’avvisatore del superamento dei limiti di velocità (speed alert) è l’unico dispositivo conosciuto maggiormente in Italia che nel resto d’Europa (66% di informati nel nostro paese contro una media europea del 64%). Riguardo tutti gli altri ­– ESP, sistemi per il monitoraggio degli angoli ciechi, fari adattivi e sistemi per le frenate di emergenza – gli automobilisti stranieri, invece, si sono dimostrati più preparati di noi. Il picco più basso si è registrato con il sistema per il monitoraggio degli angoli ciechi (26% in Italia e 47% nel rtesto d’Europa). In ogni caso, rispetto alla prima edizione di eSafety Challenge del 2009 la consapevolezza degli automobilisti sull’utilità dei dispositivi elettronici di sicurezza è cresciuta del 10%. La studio ha inoltre evidenziato che la sicurezza è divenuta il primo fattore di scelta nell’acquisto di un’auto nuova, più importante anche dei consumi ridotti di carburante e dei bassi costi chilometrici. Se tutti i veicoli circolanti in Europa fossero dotati di ESP si risparmierebbero ogni anno 4.000 morti e 100.000 feriti. Con il dispositivo per la frenata di emergenza si eviterebbero 3 tamponamenti su 4.