Sei in: Home > Attività > Rubriche > L’importanza dei servizi di infomobilità per prevenire traffico e lunghe code

vai al sito Roma onlineRubriche della categoria: ReportAci

L’importanza dei servizi di infomobilità per prevenire traffico e lunghe code


L’importanza dei servizi di infomobilità per prevenire traffico e lunghe code

28.12.2010

ReportAci

L’ingorgo è una delle principali  insidie che gli automobilisti temono di incontrare durante i loro spostamenti. A causa delle strade intasate, infatti, si può far tardi ad un appuntamento di lavoro, ma anche di piacere, oppure essere costretti a rimandare, se non addirittura, annullare un importante impegno. Ma dove è più elevato questo rischio? Secondo una ricerca dell'Osservatorio TomTom, l'azienda di sistemi di navigazione GPS per auto portatili, le aree urbane più congestionate si trovano al nord. Nella top ten delle dieci città italiane più trafficate ben sei si trovano nel settentrione (Milano, Genova, Torino, Bergamo, Bologna e Padova), contro due del centro (Roma e Firenze) e due del sud (Napoli e Palermo). La strada più critica, tuttavia, si trova a Palermo: si tratta del viale Regione Siciliana, noto anche come circonvallazione di Palermo, che attraversa il centro urbano del capoluogo siciliano per una lunghezza di 12 chilometri. Al secondo posto, invece, si colloca via Francesco Cigna di Torino che collega il centro del capoluogo piemontese al raccordo per l’aeroporto di Caselle, mentre al terzo si piazza una strada dell’hinterland milanese, via Vittorio Veneto di Cassano d’Adda. Più in generale, secondo questo studio, a Milano si registra, ogni giorno, una riduzione della velocità media di percorrenza del 70%: quasi un terzo delle strade meneghine (il 29.8%) è interessato da questo fenomeno. Seguono, nell’ordine, Roma (27.6% di strade regolarmente intasate), Napoli (27.5%), Genova (26%), Palermo (24,8%), Torino (24,3%), Bergamo (24,09%), Firenze (23,6%), Bologna (19,7%) e Padova (18,6%).
Per evitare di andare incontro a questi rischi, prima di mettersi in viaggio e, poi, durante il tragitto è consigliabile tenersi sempre aggiornati sulle condizioni della viabilità, sfruttando i diversi servizi di infomobilità oggi disponibili. Il punto di riferimento nazionale è costituito  dal Centro di coordinamento informazioni sulla sicurezza stradale, più comunemente noto come Cciss - Viaggiare Informati. Si tratta di una organizzazione di pubblica utilità, a cui collabora l’Aci, nata nel 1990, che ha per compiti istituzionali quello di diffondere le notizie sulla mobilità e di contribuire alla promozione della cultura della sicurezza stradale. Le notizie sul traffico e la transitabilità sono accessibili telefonicamente - contattando il numero verde 1518, in funzione tutto l’anno 24 ore su 24 - oppure collegandosi al Televideo Rai alla pagina 640. Le informazioni sulla viabilità sono diffuse anche sulle frequenze radiofoniche della Rai (Radio 1, 2 e 3) e di Isoradio (103.3 MHz) nel corso del bollettino “OndaVerde”.
In Campania, invece, è attiva da sei anni la centrale operativa “Muoversi in Campania”, il primo servizio di infomobilità regionale dedicato all’intero universo dei trasporti. Realizzato  dalla Regione Campania e dall’Automobile Club Italia, nell’ambito di un Accordo Quadro stipulato fra i due Enti per affrontare e risolvere i problemi connessi alla sicurezza dei trasporti, alla tutela della salute pubblica, alla salvaguardia dell’ambiente ed alla valorizzazione del territorio, il servizio è oggi gestito dall’Arcss, in collaborazione con l’Automobile Club Napoli. Fornisce informazioni riguardanti tutti gli aspetti della mobilità campana: dal traffico su strada, ai collegamenti ferroviari,  aerei e marittimi, senza trascurare le notizie meteo e di interesse turistico. Le news raccolte dalla centrale operativa vengono messe a disposizione degli utenti attraverso i media tradizionali (giornali, radio e tv) e tramite canali interattivi come i cellulari (via sms) ed il web. Le notizie sono acquisite da una molteplicità di fonti di informazioni (aziende di trasporto pubblico su gomma e su ferro, autorità portuali, Anas, Polizia Stradale, gestori autostrade, Protezione civile, Polizie municipali ecc.), ma anche direttamente mediante telecamere, webcam e sensori posizionati nei nodi di traffico più nevralgici. Collegamenti giornalieri con la centrale di Muoversi vengono effettuati ogni mattina nell’ambito della trasmissione televisiva “Buongiorno Regione” in onda su Rai Tre, dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria 7.30-8. Approfondimenti, consigli ed aggiornamenti, in tempo reale, sono sempre disponibili sul sito www.muoversincampania.it.